Web radio a scuola: gli studenti della Mazzini entrano in sala speaker

Sono giunti al momento più entusiasmante i giovani giornalisti della Scuola Secondaria “G. Mazzini”coinvolti nel Progetto “ Una Radio per Scuola” iniziato nel Mese di Dicembre scorso con la collaborazione di Lanciano Lab ONLUS.

Dopo i primi approcci teorici al mondo della comunicazione radiofonica, il gruppo dei 21 ragazzi (sotto la guida di Francesco Di Bucchianico, Conduttore e Social Media Manager di Radio Delta 1 coordinati della Prof.ssa Monia di Leandro), presi dalle sette Classi Terze della Scuola, si appresta ad entrare nella sala speaker con tanto di regia di riferimento.

Uno sguardo dall’interno della sala speaker in costruzione

Sei le puntate pilota:

  • Te lo leggo ad alta voce Junior: viaggio alla scoperta di un libro, con commenti, letture e musica;
  • Fuoriserie: serie Tv ieri ed oggi, così come le vedono e le “sentono” i giovani;
  • Le Asociali: incontro con il mondo dei social che ha trasformato (ma anche sconvolto) la vita di molti ragazzi oggi noti;
  • Lezioni di vita: i ragazzi intervistano gli adulti e, poi, commentano la loro visione del mondo adolescenziale;
  • Bar Sport: dal calcio agli sport meno conosciuta, ma che, in realtà, sono i più seguiti dai più piccoli.

Tutto il materiale prodotto, dai Podcast delle puntate agli articoli scritti da altri alunni della Scuola, saranno disponibili sul sito di Liberadio.it

Il sito è diventato, quindi, uno strumento messo a disposizione della didattica che permette, pero, al mondo di entrare in contatto con la realtà scolastica e con il punto di vista degli adolescenti.

 

Il Progetto è sostenuto da importanti partner: Ciak City Cinema Lanciano che ha riservato ad uno studente della Mazzini il ruolo di “critico adolescenziale”, che ha il compito di recensire i film in uscita. Altro partner è Radio Delta 1 che ospiterà il gruppo in una giornata open day.

Una Radio a disposizione della crescita integrale dei ragazzi che trovano in essa uno spazio libero in cui poter prender la giusta iniziativa per costruire un percorso di crescita autonomo ed originale, adatto cioè alle proprie capacità innate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *